IISS "T. Fiore" - Modugno(BA) con sede associata di Grumo Appula
Via P.A.M di Francia, 4 70026 Modugno (BA)
Tel./Fax 080 5325532 Email: bais02900g@istruzione.it  PEC: bais02900g@pec.istruzione.it
Codice Meccanografico: BAIS02900G - Codice Fiscale: 93005290726 - Codice Univoco d'ufficio: UFBNRG

prev next

Progetto transalp

VIVERE LA LINGUA STRANIERA CON TRANSALP

 

transalp4

 

Quest’anno la Commissione USR Puglia ha assegnato due dei soli 40 posti disponibili a livello regionale al nostro Istituto che aveva presentato candidatura al Progetto Transalp, un programma di mobilità studentesca internazionale individuale promosso e coordinato dai Ministeri dell'Istruzione di Francia e Italia, dall'USR Puglia e dall'Académie de Grenoble. Un progetto per le  scuole secondarie superiori che ogni anno realizza uno scambio transfrontaliero, attraverso l’esperienza di inserimento scolastico in Italia/Francia  degli studenti di Francese e Italiano, offrendo loro la possibilità di vivere un’esperienza nel paese di cui studiano la lingua e di interiorizzarne meglio la cultura e la civiltà. 

Nell’ambito del progetto, due nostre allieve del Tecnico hanno trascorso l’intero mese di settembre in Francia, ospiti delle famiglie delle loro corrispondenti, hanno con loro scoperto gli incantevoli paesaggi della regione Auvergne-Rhône-Alpes e non solo… Antonella Ferorelli della VA AFM, con la sua corrispondente Alicia Granger, ha frequentato con entusiasmo le lezioni presso il Lycée Boissy d’Anglas di Annonay, mentre Aurora Cutrone della IV E Turismo, ha realizzato con Ève Bonnivard un interessante percorso scolastico presso il Lycée Hector Berlioz , situato nella cittadina di La Côte-Saint-André.

Le ragazze hanno vissuto per un mese presso le famiglie francesi ospitanti, consolidando le loro competenze linguistiche grazie alla possibilità di praticare la lingua studiata in situazioni concrete, ma hanno anche avuto l’opportunità di comprendere la differente tipologia di insegnamento e l’organizzazione scolastica  di un’altra realtà territoriale.  Adattarsi alla vita quotidiana delle corrispondenti, frequentare una scuola straniera, vivere in una famiglia diversa dalla loro è stata un’esperienza interessante, impegnativa ma soprattutto formativa, anche sul piano della crescita personale. 

A loro volta, dal 21 ottobre al 23 novembre, le due studentesse francesi Alicia e Ève, ospitate per 4 settimane dalle famiglie di Antonella e Aurora, sono state inserite nelle loro classi e Ève ha anche seguito lezioni di Italiano, Inglese, Matematica, Economia ed Economia politica in varie classi del Tecnico e dello Scientifico della nostra scuola. Un ringraziamento particolare va ai professori che hanno accolto le ragazze e ai simpaticissimi compagni di Antonella e Aurora ma anche agli alunni della III e IV F SIA e della III L che con calore ed entusiasmo, hanno condiviso con le studentesse francesi i vari momenti della vita scolastica. Le nostre alunne hanno sottolineato il fatto che poter continuare l’avventura con la presenza delle corrispondenti francesi nella nostra scuola ha permesso loro di creare una vera relazione d’amicizia. 

Anche le famiglie hanno tanto apprezzato l'opportunità offerta alle loro ragazze, in quanto l’esperienza ha rappresentato una grande chance, un’occasione preziosa per migliorare le competenze linguistiche ma soprattutto per mettersi in gioco, per aprirsi all’altro, scoprire un orizzonte culturale nuovo e crescere, anche in termini di autonomia. I genitori delle alunne ospitanti hanno accolto Alicia e Ève con amore e durante i week end, hanno organizzato veri e propri percorsi turistici per consentire alle due ragazze francesi di scoprire le bellezze della nostra Puglia.

Il Progetto è stato coordinato dalle Prof.sse Alma Bibolotti e Rosanna Calsolaro, pienamente convinte del fatto che le esperienze di internazionalizzazione siano importanti non solo per preparare i giovani all'età adulta e al mondo del lavoro. In effetti, non sempre i nostri alunni hanno l’effettiva possibilità di uscire dalla loro città, dalla loro provincia, di viaggiare, di vivere nel paese di cui studiano la lingua: lo scambio è uno dei modi migliori per permettere a due persone, provenienti da mondi differenti, di conoscere l’altro, anche attraverso la condivisione della routine quotidiana. Tutto ciò rappresenta sicuramente un importante valore aggiunto. Ogni giorno incontriamo il “diverso” ed esperienze come questa forniscono sicuramente una chiave per comprenderlo ed apprezzarlo meglio. Come dice Francesco de Gregori, ‘(…) che viaggiare non è solamente partire, partire e tornare ma è imparare le lingue degli altri, imparare ad amare.’

Prof.ssa Alma Bibolotti

Transalp1 transalp2

  

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.